IndovinaTaste: Matteo Torretta. Asola

Matteo torretta

Da questo post inizia il mio viaggio vero e proprio nel Taste, che è curiosità e mente completamente vergine.

Da qui mi informo, cerco, scrivo e attendo.
Attendo di assaggiare ciò che ho scoperto, ma che devo ancora provare con la lingua e con la pancia.
Il mio approccio al Taste di Milano è quasi infantile, passandomi il termine.
Perchè ricco di aspettative, curioso, emozionato e felice.
Si, felice.
Di quella felicità che arriva dalla pancia, quella delle nuove scoperte, delle nuove emozioni, di abbinamenti che sono terreni inesplorati e luoghi che, da quel momento, so che possono rendermi la giornata diversa e speciale.

Oggi è il turno di Matteo Torretta, chef del Ristorante Asola.

Incrociato di sfuggita durante la conferenza stampa per la presentazione della kermesse, lo immagino come il GGG, Grande Gigante Gourmet.

Cucina sartoriale?!?! E’ una figata anche solo come suonano insieme le parole
La sua sembra una cucina ricercata, studiata, che riflette un ragionamento, un pensiero e che del pensiero ha la freschezza di un limone o la pulizia di un piatto ben riuscito.

Vi lascio il solito video di presentazione.
Mi piace l’idea che qualcuno riesca a cucirmi addosso un sapore, che un piatto scivoli sulla pelle come un abito rosso e un seducente spaghetto prenda il posto di un filo di perle.

A voi no?